giovedì 31 maggio 2012

Un Cambio di vita a Madrid

I proprietari di questo eccentrico appartamento vivevano un tempo negli Stati Uniti, si innamorarono di questi spazi ampi e luminosi e la comprarono attraverso un sito di vendita on line. Del restauro se ne occupò lo studio Basalto S.L. in collaborazione con l’architetto César Díaz Roncero, che optarono per una demolizione quasi integrale.

Bianco alle pareti e pavimento in listoni di legno sono lo sfondo ideale per il mobili della casa e per i complementi, frutto dei numerosi viaggi della coppia e di ricerche per i mercatini. Per rendere il tutto ancora più vivace, si sono introdotte note di colore attraverso l’uso di tessili e opere pittoriche contemporanee.

L’assenza di tende alle finestre potenzia l’effetto luminoso e permette di ammirare senza impedimenti la bellezza della vegetazione circostante che decora i balconi. Solo nelle camere da letto per dare privacy e riparo dalla luce durante il sonno, si sono introdotti degli scuri interni di legno laccato.
Il living caratterizzato dalla presenza delle due grandi finestre vicine, è un amalgama di stili che porta estrosità e vivacità: divano Chesterfield, le librerie gemelle in acciaio e vetro sono vintage, come il tavolino centrale acquistato da un antiquario in legno e piano in marmo.




Per allegerire il tono del legno e dello stile antico della sala da pranzo ci pensano le pareti candide e le opere d'arte contemporanee. Le sedie sono state restaurate e rese meno severe grazie al tessuto di un delicato color crema.



La cucina è l’unica stanza che ha visto ampliare la sua dimensione grazie al restauro. E il total white lineare, minimalista, sembra fondersi con la parete. Poche note di colore sono lasciate ai complementi e l'acciaio della cappa e delle gole riflette la luce che giunge dalle finestre.


 Anche nelle camere il bianco fa da colore di fondo per rendere protagonista la gamma di rosa, verde, giallo e azzurro del tappeto di Designers Guild e degli altri tessili di Textura e Filocolore.



Connessione totale tra il bagno adiacente alla camera padronale grazie anche al gioco di riflessi del grande specchio appoggiato alla parete.



 Nella camera della bimba la culla ereditata, lascia lo spazio a quello che sarà, con calma, il regno dell’infanzia. Tappeto Zara Home, tessili Filocolore.


Credits

ciao, a presto,
Marta

10 commenti:

  1. La camera da letto mi piace proprio tanto :)

    RispondiElimina
  2. Mi piacciono gli oggetti e soprattutto.. voglio quelle libellule!!! LE VOGLIO!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehehehe Laura con il tuo estro e creatività perchè non farle con le tue manine? ^___^

      Elimina
  3. Anche io come Laura son rimasta colpita dalle libellule. Secondo me lei troverà il modo di farle con qualche materiale particolare perchè Lallabel ci sa fare! ;o)

    Nonostante tutto qs bianco devo dire mi piace la luce di qs. ambienti e la sensazione di casa vissuta e vivibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia, un abbraccio forte forte

      Elimina
  4. E io vorrei il tappeto floreale!!

    RispondiElimina
  5. voglio la dormeuse sotto alla finestra.... basta ho deciso!!!!!!! sono sposata da 14 anni e 14 anni che lo dico a mio marito. ^______^ sottolineo voglio e non vorrei...^_*baci elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena, con la tua determinazione, come farà a non accontentarti?!? :-)))

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...