venerdì 8 giugno 2012

Ellen Pompeo at Home

Sembra di essere sulle coste del Magreb in questa villa hollywodiana dell'attrice Ellen Pompeo, di suo marito  Chris Ivery, produttore musicale, e della loro figlia Stella Luna.
Infatti in ogni stanza si avvertono forti tocchi mediterranei dati da pezzi vintage o antichi di provenienza indiana, berbera o marocchina.

Nel living un antico dhorrie (altro nome per dorri, ovvero un tappeto indiano di cotone tessuto ed intrecciato interamente a mano) domina l'ambiente, insieme al divano disegnato e realizzato su misura dal designer Martyn Lawrence-Bullard che si è occupato del progetto di interior e decorazione della casa.



L'allure mediterranea è resa anche dalle grandi arcate di sapore marocchino sopra alle scale e ai tessuti soffici di cotone utilizzati per i cuscini delle sedie in legno e midollino intrecciato.


La cucina è caratterizzata dalle grandi mensole a vista e dal sapore industrial-chic dato dall'ampio uso di acciaio antimacchia e antialone delle basi. A pavimento, terracotte esagonali importate dalla Francia.




Ritratto di famiglia con vista sulle colline di Hollywood! Anche qui tavolino e divano di provenienza berbera.


Nella sala da pranzo, lanterne in ottone decorato sono sopese su un antico tavolo proveniente dalla casa colonica Dos Gallos del Guatemala. Lo specchio è disegnato da Martyn Lawrence-Bullard mentre l’insegna che indica le direzioni della metropolitan è vintage.



Nel living le poltroncine sono state lasciate dal precedente proprietario, mentre il monolite di legno pietrificato di Dao Homes funge da tavolino.



Giardino a terrazze per l'esterno, che circonda la piscina. Divano disegnato su progetto dell'arredatore.





All'entrata, sulla consolle antica, lampada in stile cinese disegnata da Nathan Turner  e, sotto, pouf marocchino.


In un altro salottino, sempre di gusto  etnico, i divani sono in lino di C&C Milano; il grande pouf, che funge anche da tavolino è di pelle Edelman. Dietro, un grande separé decorato con tessuto damascato fa da contrasto con altri piccoli pouf rotondi e dal grande tappeto di corde intrecciate di ABC Carpet & Home.


Il bagno padronale, lo avevo già incluso anche in questo post: aria di rustica eleganza per il bagno disegnato da Martyn Lawrence-Bullard. La vasca da bagno e gli scaffali in teak sono di Waterworks, le antiche piastrelle in terracotta sul pavimento sono di Exquisite Surfaces; una vecchia scala in bamboo dona verticalità all'insieme, mentre uno sgabello da giardino in zinco, aggiunge un tocco di glamour.   


Gusto ethnic-chic anche nella camera padronale: un grande arazzo egizio appeso al muro fa da testiera al letto sommier, cuscini di tessuto marocchino degli anni ’50 di Hollywood at Home. Cashmere italiano per la stola distesa sul letto e seta indiana misto lana per il copriletto. Lampade  marocchine anni ’60 sono appoggiate a comodini vintage dal sapore marina inglese.

Credits

ciao, a presto,
Marta

8 commenti:

  1. Oh mio Dio la sala pranzo! E il bagno... e il salottino.. e l'esterno!!!
    Potrei vivere qui entrandoci e lasciando tutto così com'è!!!
    Che meraviglia, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... ormai quando vedo etnico vedo te! ^___^

      Elimina
  2. mmmmmmmm posso dire che mi piace solo la piscina??? Nonostante lo sfarzo e la ricercatezza non incontra il mio gusto , ma tu sei fantastica e il post e' bellissimo....baci elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille Elena, ehehehe lo so, ormai comincio a conoscere i gusti di tutte voi! ♥

      Elimina
  3. (parentesi) Avevo il dubbio guardando le ultime puntate in onda che fosse in stato interessante e vedo la foto con la pupetta quindi mi sa che non ho sbagliato. Gossip a parte...(fine parentesi)

    La tua spiegazione è sempre fantastica e la casa è magnifica ma preferisco uno stile moderno mentre qui prevale il gusto etnico. Sarà che mio padre mi ha portato per anni pezzi di legno e batik dall'africa quindi ora li tollero poco... Buon we a te e alle tue lettrici
    bacini

    RispondiElimina
  4. Ma dopo Stella Luna se avrà un figlio lo chiamerà Sole Giove? A parte gli scherzi questa casa incontra i miei gusti in molti spunti e punti...però lei non la tollero perchè Meredith Grey mi è antipatica quindi lei la segue a ruota!! ehehhe

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...